Sei il visitatore numero
  • Facebook - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Le riforme introdotte nel nostro sistema scolastico negli ultimi anni hanno spostato l’attenzione dalle sole discipline alle competenze, sottolineando sia l’interazione fra la dimensione teorica e quella pratica che l’importanza del coinvolgimento emotivo della persona. In questo contesto si sono sviluppate attività come  tirocini formativi, stages ed esperienze di alternanza scuola lavoro.

Quest'ultima si configura come un percorso articolato da realizzare in differenti contesti operativi con l'obiettivo di attuare modalità di apprendimento flessibili ed equivalenti, collegando sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza pratica. Il progetto si propone di guidare i giovani nella scoperta delle vocazioni personali, degli interessi e degli stili di apprendimento individuali. L'alternanza scuola  lavoro è regolata dalla  legge 107/2015 che stabilisce un monte ore obbligatorio per attivare le attività che dall' anno scolastico 2015/16 coinvolgeranno, a partire dalle classi terze, tutti gli studenti del secondo ciclo di istruzione.

Per quanto riguarda i Licei le ore obbligatorie da dedicare alle attività di alternanza sono  200.  Non si tratta dunque di un  progetto, ma di una metodologia didattica da inserire nel Piano Didattico Triennale dell’Offerta Formativa, in accordo con il profilo culturale, educativo e professionale del Liceo.

FINALITA’

  • attuare modalità di apprendimento flessibili ed equivalenti-sotto il profilo culturale ed educativo- agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, collegando sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza pratica;

  • arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l'acquisizione di competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;

  • favorire l'orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali;

  • realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche con il mondo del lavoro e la società civile che consenta la loro partecipazione attiva nei processi formativi;

  • correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

 

RISULTATI ATTESI

Attraverso la conoscenza diretta del mondo del lavoro, delle sue dinamiche, delle competenze che richiede, gli studenti saranno stimolati a scoprire la propria vocazione personale e a confrontarsi con l’operatività ed un sapere pratico, fondato sull’esperienza. L’ambiente del lavoro si offre come naturale luogo di apprendimento di quelle competenze di cittadinanza che il lessico aziendale declina in una variegata gamma di softskills -o lifeskills- oggi indispensabili nel mondo del lavoro.

Si potranno, quindi, acquisire delle competenze chiave per poter interagire  in   vari  contesti (comunicazione interpersonale e team working) ed accrescere le capacità di lavorare in autonomia (problem solving, progettazione, autonomia e responsabilità nelle azioni).

L’obiettivo è, quindi,  quello di integrare, potenziare ed arricchire il curriculo tradizionale attraverso le opportunità fornite dall’extrascuola, rimanendo, tuttavia, nell’ambito del profilo educativo e culturale definito dal nostro indirizzo di studi. Per questa ragione, la progettazione dell’anno scolastico in corso offre un ventaglio di possibilità che comprendono varie aree didattico-disciplinari ( area linguistica, area umanistica).

 

 Per il triennio scolastico 2015/2018 la scuola prevede di:

-organizzare attività formative a scuola per tutti gli studenti dalle classi terze

-individuare aziende/enti ospitanti per gli studenti (anche con l'aiuto degli stessi genitori degli alunni interessati)

-progettare attività formative da svolgere a scuola anche con la collaborazione di esperti esterno o in modalità e-learning

-individuare i  fabbisogni formativi del territorio

-organizzare il corso sulla sicurezza sul lavoro per tutti gli studenti coinvolti nelle attività di Alternanza scuola lavoro. 

Strutture ospitanti.

Le strutture con cui la scuola collaborerà garantiscono la presenza di un clima di lavoro sereno e di una cultura organizzativa attenta alla valorizzazione del singolo, dal momento che l’obiettivo non è insegnare agli alunni delle procedure, bensì metterli a contatto con un contesto lavorativo che sappia fondere la dimensione  pratica con quella teorica e sociale.

Le aziende individuate, in accordo con l'offerta formativa dell'Istituto possono riguardare:

 

-Alberghi, strutture ricettive, punti informazioni turistiche, pro-loco, agenzie di viaggio

 

-Aziende relative al settore del trasporto turistico

 

-Enti di formazione, scuole di lingue, Università

 

-Musei, aree archeologiche, librerie e biblioteche